Criptovalute, Dogecoin sulla Luna grazie a Elon Musk

Criptovalute, Dogecoin sulla Luna grazie a Elon Musk

HAMID-REZA KHOYI CRIPTOVALUTE DOGECOIN – La simpatia di un’immagine creata per divertimento è diventata una criptovaluta: questo è il riassunto della Dogecoin. Recentemente la sua storia è diventata densa di rialzi di valore, discese improvvise (come spesso capita con le criptovalute) e non solo. Infatti il visionario Elon Musk, CEO di Tesla e SpaceX, ha voluto intrufolarsi nell’andamento dei dogecoin con una delle sue idee davvero bizzarre. Attraverso la compagnia aerospaziale, il celebre imprenditore vuole finanziare un’intera spedizione sulla Luna soltanto attraverso dogecoin.

Dogecoin, lo scherzo che frutta miliardi

Le criptovalute hanno raggiunto valori di mercato esorbitanti – decine di miliardi di dollari in formato digitale – e la dogecoin non è da meno. A partire dal 2019, il suo valore era circa un decimo di centesimo di dollaro (0,0018 dollari) e attualmente si attesta a 50 centesimi. Il suo cambio col dollaro si è moltiplicato del 30’000 per cento circa: ecco il potenziale del dogecoin.

Eppure questa criptovaluta è il risultato di uno scherzo risalente al 2013, anno in cui crearono la moneta digitale a partire da un meme. Da uno scherzo hanno creato la cosiddetta “gallina dalle uova d’oro”, dato che oggi il valore di capitalizzazione ammonta a circa 65 miliardi. Inoltre la criptovaluta ha il supporto di diversi personaggi famosi, tra cui il rapper americano Snoop Dogg ed Elon Musk.

Elon Musk e criptovalute, una spedizione finanziata con dogecoin

Il visionario del momento Elon Musk si è da tempo dichiarato entusiasta e a supporto della criptovaluta dogecoin. La sua irriverenza, la quale ripropone anche sul suo lavoro, lo ha portato ad avviare un finanziamento in dogecoin per una spedizione spaziale.

Un risvolto particolare della vicenda riguarda la sua iniziale negazione di tale iniziativa. Una dichiarazione che gli è costata un drastico calo del 25% sulle quotazioni in borsa durante il weekend successivo. Elon Musk ha sempre supportato la criptovaluta seppur facendo alcune critiche: ad esempio, l’esistenza delle “balene”, ovvero 100 indirizzi che possiedono il 67% del totale in circolazione.

La notizia darà sicuramente una spinta ulteriore ai dogecoin, confermando sempre più la sua posizione sul mercato delle criptovalute. Tutti coloro interessati al mercato hanno gli occhi puntati sulla moneta, come il consulente aziendale Hamid-Reza Khoyi.

Per saperne di più clicca qui.

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-size: initial;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: initial;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 325px;}