Il greenwashing negli investimenti a impatto

Il greenwashing negli investimenti a impatto

HAMID-REZA KHOYI GREENWASHING – Sentiamo parlare spesso di investimenti a impatto – ESG in inglese – ma raramente questa parola è accanto al termine “greenwashing”. Quando un’azienda sta facendo questo, significa che si mostra come società che fa di tutto per rispettare l’ambiente, ma non è del tutto così. Commercialisti, imprenditori e consulenti – come Hamid-Reza Khoyi – sanno sicuramente prendere le distanze dal greenwashing, ma in che modo? Qui sotto trovate alcune soluzioni per le aziende che vogliono essere affidabili negli investimenti a impatto.

I primi due consigli per evitare il greenwashing

Gli investimenti ESG devono essere rivolti a società che dimostrano dei dati chiari. Infatti il primo consiglio è la prudenza, cioè saper dubitare delle molte notizie positive sugli investimenti ESG. Dobbiamo saper distinguere gli annunci veramente positivi, che dimostrano dei dati certi per capire se una società è davvero green o per il sociale ecc.

 

Il secondo suggerimento è quello di fare “un doppio resoconto”. Questo consiglio va alle persone che masticano economia e contabilità, infatti dobbiamo capire i “flussi” e gli “stock” di un’azienda per gli investimenti a impatto. I flussi sono il valore totale delle operazioni di una società in un determinato periodo. Lo stock invece è il valore di un bene in un momento preciso. Siate sicuri che un’azienda pensi sempre green prima di fare un investimento a impatto.

L’ultimo consiglio per il greenwashing e gli investimenti a impatto

Un’ultima cosa da sapere per evitare il greenwashing negli investimenti a impatto è il “matching”. Si tratta di capire se il ricavato sarà valido rispetto all’investimento ESG, cioè avere dati che ti assicurano un guadagno. Il matching è un concetto per chi conosce economia e contabilità, ma è comunque intuitivo. L’importante è capire che solo le aziende green e/o sociali in grado di dare dei dati certi meritano un investimento a impatto. Meglio affidarsi a un consulente esperto, come Hamid-Reza Khoyi.

Per saperne di più: https://www.ft.com/content/99b7a241-dfd4-4770-82b6-13de5a2804bf

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-size: initial;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: initial;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 325px;}